Giovedì 13 novembre inaugurazione della mostra concorso ‘Raccontaci il tuo quartiere’

unnamedSiamo quasi arrivati …

Giovedì prossimo 13 novembre presso la Casa della Cultura del V Municipio in Via casilina 665 (Villa de Sanctis) ci sarà l’inaugurazione della mostra in oggetto.

Il concorso, in collaborazione con il Circolo Città Futura di Legambiente, ha visto la partecipazione di circa 20 fotografi che con più di cento scatti hanno rappresentato la realtà del loro vivere la città nei modi più vari possibili.

Vogliamo fare della mostra un punto di incontro non solo degli autori delle foto ma anche di tutti gli appassionati di fotografia.

Per questo abbiamo preparato alcuni eventi a cui siete tutti invitati.

Di seguito il programma dell’iniziativa.

 

Giovedì 13 novembre:

Ore 18.30 inaugurazione della mostra, presentazione dell’iniziativa a cui seguirà un rinfresco

 

Venerdì 14 novembre:          

Ore 16.00 apertura dei locali

Ore  18.30 Introduzione alla fotografia di strada e proiezione di alcuni parti del film “Alla ricerca di Vivian Maier” a cura di Giuseppe D’Amico.

 

Sabato 15 novembre:

Ore 10.30 apertura dei locali

Ore 17.30 workshop gratuito “Introduzione alla composizione fotografica” a cura di Luca Guerri.

Ore 19.00 presentazione del libro fotografico “Berlino. Ombre e luci viste da fuori” da parte dell’autore Cristiano Corsini.

 

Domenica 16 novembre:

Ore 10.00 apertura dei locali

Ore 10.30 workshop gratuito su “Pinhole: istruzioni per fotografare senza obiettivo” in ambito analogico e digitale a cura di Cristiana Vazzoler e Paolo del Signore. Durante il workshop possibilità di provare la tecnica nelle vicinanze della mostra ricca di reperti storici.

Ore 12.30  Premiazione e chiusura della mostra

 

 Vi aspettiamo numerosi

Concorso fotografico: RACCONTACI IL TUO QUARTIERE

A 23945

 

L’associazione FOTOGRAFI ROMAMOR  invita tutti gli amanti della fotografia a partecipare al concorso fotografico :

RACCONTACI IL TUO QUARTIERE

 (dove sei nato, dove vivi, dove lavori, etc …)

Il quartiere potrà essere raccontato con foto  digitali o analogiche, a colori o in bianco e nero, dovranno però avere un’unica caratteristica e  rispettare un unico percorso propositivo  ….

La partecipazione, come sempre, è semplice e gratuita, basta inviare le proprie foto (da 3 a 7) all’Associazione Fotografi Romamor.

Le foto alla massima risoluzione dovranno essere inviate tramite posta elettronica  al seguente indirizzo email [email protected]  con oggetto : Concorso il tuo quartiere .

Le foto dovranno essere accompagnate da:

Nome e Cognome del partecipante

Breve descrizione della località e del lavoro presentato

Le foto potranno essere inviate fino e non oltre  al 15 ottobre 2014

 

L’autore con la partecipazione al concorso si assume la responsabilità della paternità delle opere, di quanto in esse contenuto e del rispetto della normativa vigente in materia di privacy. L’autore con la partecipazione si assume tutte le responsabilità e solleva gli organizzatori contro eventuali pretese di terzi a qualsiasi titolo, anche per quanto riguarda le immagini che ritraggono persone e/o cose per le quali e necessario ottenere uno specifico assenso o autorizzazione. Ogni partecipante nel momento stesso in cui trasmette i propri lavori che ritraggono soggetti minorenni, dovrà allegare una liberatoria che solleva gli organizzatori da qualsiasi responsabilità o rivalsa dall’utilizzo delle immagini.

 

L’associazione provvederà a pubblicare le foto sulle proprio sito e nelle proprie pagine di Flickr.

 

Le categorie premiate saranno:

Colore

Bianco e Nero

Analogico (B&W e colore)

Premi speciali per il partecipante più giovane e la miglior foto fatta con il telefonino.

 

Nel mesedi Novembre/Dicembre l’Associazione organizzerà una grande collettiva con le foto di tutti i partecipanti al concorso.

Alla collettiva sarà esposta una selezione delle foto dei partecipanti ad insindacabile parere della giuria. Il numero delle foto da esporre, per singolo partecipante, dipenderà dalle dimensioni del luogo espositivo e dal numero di partecipanti all’iniziativa. (il costo della stampa delle foto e dell’eventuale cornice è a carico dei partecipanti al concorso).

Durante le giornate della mostra sarà effettuata la premiazione dei vincitori con materiale librario.

La composizione della giuria e del luogo della collettiva saranno comunicati prossimamente.

Buona luce a tutti

 

Giovedì 20 inaugurazione della Fase 2 del Festival Occhirossi

LocandinaOcchirossi2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovedì 30 a Forte Prenestino dalle 18 in poi inaugurazione della Fase 2 del Festival Occhirossi.

L’associazione Fotografi Romamor offrirà un piccolo rinfresco 🙂

Come associazione siamo presenti con la mostra ‘TBM… tvb’

Mostre dei singoli associati:

Giorgio Della Rocca: “Balcani”

Cristiana Vazzoler: “EURhole”

Pino D’Amico: “Appunti di un pendolare”

Luca Guerri: “La palude di Torre Flavia”

Potete trovare le mostre nelle celle n. 7, 8 e 9

Fotografi Romamor al Festival Occhirossi

OcchiRossi Festival nasce dalla volontà di proporre alla città una manifestazione che riesca ad intrecciare libertà e facilità di partecipazione, con la possibilità di produrre ed esporre una mostra. Il progetto offre spazi e visibilità a chiunque voglia, tramite la fotografia, dare forma ad una esigenza comunicativa ed espressiva.

L’associazione partecipa con questo progetto: Associazione Fotografi Romamor. TBM… tvb!

Ecco l’anteprima dei progetti presentati da alcuni nostri associati:

Vazzoler Cristiana – EURhole

Giorgio Della Rocca – Balcani

Pino D’Amico – Appunti di un pendolare

Luca Guerri – La Palude di Torre Flavia

 

 

Edward Weston a Foligno

Il 10 febbraio ci siamo recati in treno a Foligno per visitare la mostra del grande Edward Weston.
Tutte le immagini in mostra mettevano in evidenza la raffinata e ossessiva ricerca di Weston nel campo della luce. La splendida giornata è stata coronata dal pranzo in un’ottima trattoria di Foligno.

CIAC – Centro italiano Arte Contemporanea, Foligno

Centodieci opere fotografiche originali per una monografica “a stampa ai sali d’argento” che non si vedeva da oltre 20 anni. Bianchi e neri ad arte che portano la firma di uno dei maestri indiscussi della storia e dell’arte fotografica: Edward Weston (1886-1958). Così il CIAC di Foligno dopo l’esperienza nell’Ex Ospedale Sant’Agostino a Modena riporta in Italia la luce definita e assoluta di uno dei più grandi autori del secolo scorso.

Nato in un sobborgo di Chicago, Edward a soli 16 anni scopre il fascino dell’obiettivo grazie alla Kodak Bull’s Eye #2 regalatagli dal padre. Attrazione fatale. Da quel giorno non smise più di fotografare. Un amore durato per tutta la vita, l’unico a dispetto di amanti, modelle e muse che si succedettero negli anni marchiando profondamente ogni sua fase artistica. Ad ognuna la sua ispirazione, ad ognuna un approccio alla fotografia diverso. Margrethe Mather, Tina Modotti, Sonya Noskowiak, Charis Wilson: donne che lo segnarono per sempre.

12 stampe 1 dollaro – servizio porta a porta: cominciò così l’apprendistato itinerante di Weston. Sempre in giro, sempre in strada, colto da un’insaziabile fame di stimoli culturali. Si lasciò sedurre dal pittorialismo europeo d’inizio secolo durante la breve e proficua parentesi accademica. Un periodo di ricerca formale che abbandonò nel periodo postbellico, 1919, a favore di uno sperimentalismo astratto. “La fotocamera deve servire a registrare la vita, a rendere la sostanza stessa e la quintessenza della cosa in sé, si tratti di acciaio lucido e carne palpitante. Non rinuncerò a nessuna occasione per fissare interessanti astrazioni, ma sono profondamente convinto che l’unica via per accostarsi alla fotografia passa attraverso il realismo“. Così ebbe a scrivere a proposito dei due orientamenti, astrazione e realismo, che caratterizzarono prepotentemente le opere dei decenni successivi.

E proprio in questo periodo a cavallo dei due conflitti mondiali si collocano quegli scatti “fuori dal tempo” celebri in tutto il mondo che tanto amarono i suoi yankee e lo consacrarono definitivamente. Paesaggi e nature, uomini e donne, soggetti e oggetti impressi con una chiarezza formale indescrivibile fissata in uno spazio trascendente. Attimi di pura forma espressiva in cui si “tocca” con occhi e mente la poetica di Weston: visualizzare dentro di sé la fotografia prima ancora di realizzarla, avere chiaro il risultato finale prima di scattare. L’intelligenza e l’abilità dell’uomo che si fonde alla tecnica del mestiere e viceversa, più un tocco di immaginazione creatrice che fa della fotografia arte.

Di questa feconda maturità artistica rimandano anche le foto in mostra. Il genio compositivo e il talento danno vita a capolavori: nudi incantevoli di donne, spesso parziali, di elegante sensualità, ortaggi e conchiglie simili a sculture dei quali fa emergere il tessuto delle forme, paesaggi nitidi stagliati nel mondo e dal mondo. Metafore visive degli elementi stessi della natura. Immagini di maniacale perfezione e ostinata purezza che non richiedono alcun tipo di artificio. Dei piccoli gioielli che paiono animarsi da sé.

INFORMAZIONI UTILI

EDWARD WESTON. Una retrospettiva
curata da Filippo Maggia
Sede: CIAC (Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno), via del Campanile 13
Durata: dal 16 dicembre al 17 febbraio 2013
Orari apertura: venerdì-sabato-domenica, ore 10-13 e 15.30-19
Ingresso 4,00 euro Gratuito per i minori di anni 18 e per gli ultra 65 anni. Visite guidate su richiesta senza alcun costo aggiuntivo
Editore: SKIRA
Ufficio stampa: LUCIA CRESPI
Email: [email protected]
Info: tel 0742 357035; 347 4581221

 

Mostra collettiva ‘Visioni di gruppo’

Inaugurazione 14 dicembre ore 19.00

Dal 14 dicembre, Officine Fotografiche mette al centro i lavori realizzati dai cinque laboratori didattici svolti nel corso dell’anno 2011/2012. L’epilogo di questo periodo formativo è riassunto con la grande collettiva Visioni di gruppo.

I diversi percorsi didattici hanno condotto i gruppi a lavorare e sviluppare, attraverso una lettura personale, molteplici temi di valenza sociale, culturale e territoriale. I partecipanti, guidati dai coordinatori, hanno messo a fuoco una visione collettiva sul territorio, raccontando il quartiere Monti, uno dei più antichi della Capitale tutt’oggi fulcro di un radicato modo di vivere la romanità. Con Nuove Periferie e Nuove Città hanno inoltre analizzato la condizione dei sobborghi, sottolineando la dimensione sociale, gli stili di vita e le situazioni di disagio. Un’analisi sociale proseguita con i volti e le storie degli operatori che prestano servizio nelle cooperative,oggi, seguita dalle tappe più significative dell’attività progettuale che ha portato alla nascita di alcune realtà. Tra i temi trattati non poteva mancare lo sport. Sfide è un’indagine svolta attraverso la rappresentazione di gare, vecchie glorie e campioni del momento. Scenari che hanno come filo conduttore il sudore, la fatica, l’impegno, la competizione e i sogni di vittoria. Per le indagini socio- culturali occhi puntati sulla Movida, formula di sfogo rispetto alla routine quotidiana, la ricerca si è incentrata sia sugli spazi animati dalla Movida che sugli aspetti antropologici, riportando l’essenza di chi vive il divertimento in tutte le sue molteplici forme e socialità. Sguardi molteplici per ogni tema, con personali letture della realtà indagata.

Espongono:

Cooperative oggi / Coordinatore Alberto Placidoli

Riccardo Allevi, Armando Baldinacci, Pierluigi Cerqua, Lauro Fortuna, Carmela Gambardella, Eva Kosloski Simona Marrone, Aurora Massini, Luca Onesti, Agnese Pace, Ilaria Paoletti, Nadia Recca, Fabio Renzi, Giovanni Sabato, Enzo Santurro, Leonardo Sterponi Francesco Termine.

Movida / Coordinatore Emanuele Inversi

Gianluca Abblasio, Carlo Alberto Riolo, Cristina Capponi, Eva D’Ilario, Valeria Ibello.Riccardo Girolami, Clara Gibellini, Ettore Manfredi, Rossella Soviero, Samanta Sollima, Noah Vardi.

Nuove periferie, nuove città / Coordinatrice Fulvia Delfino

Dennis Berutto, Bruna Croci, Pino D’Amico, Fabiana De Rossi, Giorgio Della Rocca, Flavio Diaco, Giulia Foscolo, Bruno Fulco, Luca Guerri, Fabio Lanza, Alessandro Longobardi, Rodolfo Rocca, Daniele Rotondo, Patrizia Rulli, Massimo Salvatori, Marco Santi, Annalisa Spanò, Daniela Trucchia, Angela Villani, Fabio Viscardi.

Rione Monti / Coordinatore Massimo Bottareli

Mario Amati, Cecilia Angeloni, Nicoletta Bartolini, Angelica Carlucci, Enrico Cubello, Marco Dari Mattiacci, Piero Di Domenicantonio, Simona Ersanilli, Francesca Fabiano, Floriano Formoso, Gabriele Grieco, Fabrizio Latini, Claudio Imperi, Alessandro Pucci, Ilaria Rosa, Maurizio Roscigno, Valerio Verdecchia.

Sfide / Coordinatore Alessandro Cola

Marco Bartolucci , Massimo Bolognesi, Luca Chiaventi, Valeria Cicogna, Stefania De Luca, Flavia Diaco Milka Gangemi, Emanuele Gardin, Liliana Ranalletta, Giandomenico Rocco, Catia Ruggero, Achille Salerni Paolo Sità, Stefano Vernarecci, Flavio Zamberlan.

Fotografi Romamor a Ecoweek 2012

ECOWEEK è uno dei più importanti appuntamenti a livello mondiale nel campo della sostenibilità ambientale e progettazione ecocompatibile.
La tappa di Roma – che si svolgerà dal 24 al 30 settembre 2012 – affronterà il tema: ‘Urban Footprint + Affordable Communities + Green Design’ in una serie di lectures e conferenze, che coinvolgeranno architetti di tutto il mondo, fra i quali Kengo Kuma, e in alcuni Workshop tematici focalizzati sulla città di Roma.

Uno dei workshop si terrà nella nostra amata Valle dell’Inferno, il borghetto semisconosciuto ai piedi di san Pietro, pieno di storie da raccontare, situato nella selvatica Valle Aurelia, oggi Parco del Pineto, ricco di flora e fauna, bisognoso di attenzione e protezione.

Gli studenti di Roma3 stanno già allestendo le installazioni temporanee che introdurranno il discorso ambientale.

Sabato 29, dalle ore 16.30 sarà festa e di contorno la mostra di Fotografi Romamor: Cartoline da Valle Aurelia.

Vi aspettiamo, anche perché la Valle è piena di spunti fotografici e la storia che racconta è molto emozionante, vedrete: sarà una scoperta.

(e poi è la prima volta che Ecoweek sbarca a Roma)

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

ECOWEEK 2012 A VALLE AURELIA

Mostra collettiva Argento, Minimo, Multiplo

I nostri associati Cristiana Vazzoler e Paolo Del Signore espongono alla mostra:

Argento, Minimo, Multiplo

Inaugurazione 24 giugno ore 19.00

24 Giugno 2012 8 Luglio 2012

Bakery 8mm

La stampa manuale in bianco e nero è il tema della mostra ospitata al Bakery 8mm, un’iniziativa che, di volta in volta, in varie location, unisce alla creatività dei fotografi emergenti di Officine Fotografiche degustazioni e divertimento.

La stampa si fa soggetto, quanto il contenuto dell’immagine e mostra il gesto di scrivere attraverso la luce. Quattro autori propongono una serie di tre stampe ciascuno di formato 30×40, attraversando diverse tecniche di ripresa. Sguardi diversi, disposti a condividere uno spazio di visione, a tracciare le linee di un disegno sensibile.

AUTORI: Eleonora Polselli, Il mare oltre, Paolo Del Signore, Come non ti ho mai visto, Luca Guerri, Torre Flavia Continuum, Cristiana Vazzoler, Eurhole.

start > 19.00
aperitivo > 19.30
8 MILLIMETRI
V. Moro 8 Roma